Come Chiudere un Conto Corrente

In questa guida spieghiamo come chiudere un conto corrente.

Chiudere un conto corrente bancario include una serie precisa di procedure da compiere.

Innanzitutto, secondo la legge n. 243 del 4 agosto 2006, bisogna sapere che il titolare di un conto corrente bancario può chiudere il proprio conto in qualsiasi momento e non è tenuto a pagare alcuna spesa né alcuna penalità per questo.

Il titolare deve assicurarsi che il conto corrente non sia in rosso e che non ci sia alcuna operazione ancora attiva su di esso. Nel caso in cui ci sia, allora i tempi per la chiusura si protrarranno fino a quando tutte le operazioni, per esempio, accredito dello stipendio, non saranno disattivate.

A questo punto, il titolare deve informare la banca in forma scritta e consegnare a essa il libretto degli assegni, la carta di credito e quella bancomat.

Le sole spese alle quali il titolare deve far fronte sono quelle di tenuta del conto, calcolate dal primo gennaio al giorno della disdetta del conto, e le spese di invio dell’estratto conto finale. Solo nel caso in cui sul conto siano depositati dei titoli, chiuderlo o trasferirlo ad un’altra banca può risultare più costoso.

Articolo creato 130

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto